Il Fluttuismo


L´itinerario artistico di Dina Pala si snoda lungo un arco di tem­po assai ampio, attraversando le varie correnti più avanzate e sviluppando le tematiche varie.
Arriva a concepire una corrente propria, dopo aver visitato nu­merose mostre d´arte contemporanea, sia in Italia che all´este­ro.

In particolare, riceve un grande stimolo dopo aver visitato per la prima volta la Biennale di Venezia nel 1954, che presentava i Futuristi.
Dopo questa esperienza, ne resta affascinata e ne subisce comple­tamente lo stile. Ella ne sviluppa lo stile con assoluta originalità e coerenza, formandone uno proprio.

Stile talmente personale, che poi chiamerà “Flutuale”; linee e colori in movimento di grande ed intensa pittoricità.
Tematica che ruota intorno al colore ed ai nuclei centrali.

La famiglia, il suo paese, la figura umana, i nudi, gli amanti, i ca­valli, le scene di vita contadina, gli ambienti sardi, sono i soggetti più sviluppati dall´artista.

È nel corso degli anni 50-60 che l´artista, studia e viaggia molto e si prepara alla ricerca di nuove forme artistiche con molto entu­siasmo.
A Venezia, proprio studiando l´arte moderna e a contatto con gli artisti contemporanei come Dorazio, Veronesi, etc..., la pittura di Dina si trasforma dal classico al Cubismo e al Futurismo.

Nella Pala, si sente una sete di innovazione con una scansione geo­metrica delle forme figurative classicheggianti.
I colori diven­gono squillanti; i rossi, gli azzurri concreti, nelle diverse forme dell´Avanguardia Europea.
Questo periodo di gioiosa e ridente poesia, andrà avanti per tutti gli anni che vanno dal ´50 al 2000.

Un esempio che esprime bene il periodo in questione e che resterà memorabile, è dato dall´opera “Eterna Armonia”, olio su tavola cm. 70x100.
Essa rappresenta una ragazza che suona il violino.

La figura, il colore e le linee stanno in movimento nello spazio di suoni armonici. Ella occupa il centro del quadro tra colore e luce in una assoluta libertà creativa.

La concezione artistica è un´insieme di gioco disinvolto e armo­nioso tra linee e cubi, frutto di libera immaginazione.

In seguito, l´artista tornerà frequentemente al suo primo periodo classico, ma la composizione si confonderà con la pittura Flutu­ale.

In questa tecnica, l´artista affascina per la capacità di materia­lizzare l´intensa luce col colore fantastico.
Il periodo pittorico moderno di Dina ha ampio spazio creativo, sem­pre alla ricerca di nuove fonti di innovazioni pittoriche e di origi­nalità.

Concludendo si può affermare che il Fluttuismo o Fluttuare, sono forme, linee, colore nell´infinito movimento di vita reale nell´astratta contemporaneità.

D.P.   




A seguire, gli esempi di alcune delle molteplici opere realizzate dall´Artista, utilizzando la corrente artistica del Fluttuismo:

Highslide JS
LO SCOLARETTO - (1979)
Highslide JS
SINTESI IN MOVIMENTO - (1988)
Highslide JS
LA DANZA DEI COLORI - (1988)
Highslide JS
IL PRIMO AMORE - (1994)
Highslide JS
IL TEMPO - (1995)
Highslide JS
GIOVANE SPORTIVO - (1997)

  Previous Pagina 1 di 3 Next  

© 2009-2017 DinaPala.it  #  “Dina Pala” ...artista del novecento.